20 febbraio 2009

Satiharù buongiorno!

Elena, la mia collega, è partita due settimane fa ed ora sono rimasta l’unica volontaria dell’ONG. Ora le lezioni le gestisco io e se prima erano impostate solo sulla lingua inglese, io ora ho introdotto anche un po’ di geografia, perché, facendo vedere ai bimbi un planisfero, mi sono resa conto che non sanno nulla di come sia fatto il mondo al di fuori del loro quartiere. Su un planisfero nessuno mi ha saputo indicare dove si trovasse esattamente il Nepal; alcuni, senza la minima esitazione, hanno indicato il Congo!!! Ho sorriso e ho capito che l’introduzione della geografia era necessaria. Ne ho parlato con il direttore che, indaffarato ad innaffiare il giardino, non ha impiegato molto tempo ad accettare la mia proposta… E’ da qualche giorno che ho cominciato a insegnare anche un po’ di geografia. Che bello!!! E distribuisco piccoli adesivi delle bandiere di alcuni stati, così le appiccicano sui loro quaderni e sono felici. Per loro gli adesivi sono bellissimi. Sono orgogliosi di possederne alcuni. Oggi molti mi hanno ringraziato e una bimba è addirittura arrivata verso di me correndo con qualcosa in mano: un piccolo foglio di quaderno ripiegato con dentro un disegnino e una caramella. Era per me! WOW!! Mi sono sciolta!!! Che dolcezza!! Questa bimba ha altri due fratellini piccoli e tutti e tre vengono alla casa-famiglia. E’ lei che si occupa dei due piccolini; suo padre lavora e la madre si è suicidata qualche mese fa. Quando l’ho saputo mi si è gelato il sangue. Dovreste vedere con che attenzione, responsabilità e amore controlla i suoi fratellini, incredibile!


Mi sto improvvisando anche infermiera: oggi non c’era la mia collega nepalese e allora ho operato io. Paola Nurse! ;-) Un bimbo sul piede aveva un piccolo accumulo di pus. Niente panico! La stessa cosa era successa ad un’altra bimba ed Elena mi aveva spiegato come aveva fatto a medicarla e quindi TAC!!! In un attimo il bimbo era ok!! La mia “operazione” è stata sicuramente un po’ dolorosa, ma il bimbo, a parte qualche strana espressione, non si è mai lamentato!.


Sto entrando sempre più dentro le dinamiche del condominio e che risate!! Che curiosoni che sono i nepalesi!! Le donne sono incredibili!! Come vi ho già detto vivo su un tetto piatto che non è altro che il quinto piano del condominio. Qui ci sono le mie tre stanze e un balcone immenso che dà su Kathmandu e quando il cielo è limpido e chiaro si può scorgere qualche vetta innevata dell’Himalaya. Stasera c’è una splendida luna piena e il balcone brilla, sarebbe il posto ideale per un party. Chissà!! La divagazione per dirvi che il balcone è in comune e alcune donne ci vengono a stendere il bucato e le conosco tutte!! Non ricordo ovviamente i loro nomi, ma qui io le chiamo tutte Didi (sorella maggiore) e così ho risolto il mio problema!! C’è la IOLE, in assoluto la più curiosona!! Sabato pomeriggio: Paola-casalinga, ho pulito tutto e lei era qui in giro, ho visto che spudoratamente è entrata in cucina e ha controllato tutto; è uscita e con l’atteggiamento formale e perentorio di un giudice, mi si è rivolta e si è espressa in questi termini “Tere sapa cha!” - molto pulito! Evvvvaaai!! Ho passato la prova vicina di casa!! ;-) Poi c’è l’ELVEZIA più riservata, più discreta che tutte le volte che mi vede, indipendentemente dall’orario, mi chiede “Kana kajò??” – hai mangiato? E io puntualmente rispondo “Kajò, kajò” – ho mangiato!. Segue un sorriso. Poi c’è la LUISA , la proprietaria di casa, che non vede l’ora di vedermi per farmi le domande più diverse. Sì, sì, sì proprio quelle domande del tipo scusa-se-mi-faccio-i-fatti- tuoi ! Poi c’è la figlia DOMA di 3 anni; a volte me la ritrovo sulla porta che mi guarda e mi dice namaste! E poi c’è la MARIA, la domestica (una bambina di 15 anni), che è spesso sul balcone e noto che mi guarda spesso. Mentre Paola-casalinga puliva, lei osservava tutta l’operazione pulizia-bagno molto attentamente. Mahh!!? Anche qui in Nepal certe dinamiche sono esattamente le stesse!!

Ah, dimenticavo! E’ arrivata una nuova inquilina! E’ da qualche giorno che sul terrazzo vedo girovagare tranquillamente una scimmia. Oggi mentre stendevo il bucato anche lei mi osservava.


In questo momento a ktm c’è Daniela, un’amica di Martina di Innsbruck che è arrivata la settimana scorsa da Bangkok. Che bello parlare di nuovo tedesco!! Abbiamo intenzione di andare un fine settimana a Lumbini, città natale di Buddha nel Nepal occidentale, zona che non ho ancora ben esplorato.

Vi abbraccio forte,

Paola Miss

1 commento:

  1. Grande Paola, emozionaci ancora con i tuoi racconti!!!

    RispondiElimina